Il Progetto

Il progetto Marina Due nasce dall’idea di costruire un parco abitato, accessibile solo ai proprietari degli immobili in esso inseriti, costituito da quattro ambiti denominati: “Parco delle piscine”, “Parco Est”, “Parco Sud” e “Parco del lungo fiume”. Ogni ambito si caratterizza per le speciali condizioni contestuali che in generale tendono a favorire le relazioni tra gli ambienti domestici e l’esterno.

Il “Parco delle piscine” al centro dell’area è caratterizzato da un ampio spazio verde con alberature autoctone ad alto fusto; all’interno del parco sono collocate due piscine, di dimensioni e profondità diverse. Le unità residenziali inserite in questo ambito hanno grandi dimensioni, adatte per famiglie numerose, ampi spazi verdi e spazi coperti direttamente collegati al parco.

Il “Parco Est” si caratterizza per la sua forma allungata e per la sua prossimità con il territorio agreste circostante, è prevista la piantumazione di alberi autoctoni ad alto fusto e in parte di un sistema vegetativo di tipo tappezzante; le unità residenziali costituiscono un piccolo nucleo raccolto all’interno del quale è possibile individuare differenti tipologie abitative, con o senza giardino, al piano terra o al primo piano, in simplex o in duplex.

Il “Parco Sud” racconta un paesaggio orizzontale in cui gli spazi verdi privati si armonizzano con i viali alberati pedonali e carrabili. Le unità residenziali sono costituite da ville in linea o da piccole villette dalla forma ad “L”, dove la dimensione del giardino privato partecipa alle dinamiche domestiche.

Il “Parco del lungo fiume” vive principalmente del rapporto con il fiume Natissa, i luminosi alloggi in siplex, al piano primo e al secondo piano che godono del doppio affaccio verso il parco e verso il fiume sono caratterizzati da una architettura flessibile e moderna.